Cenni storici

Maestro Mikao Usui (1865 – 1926)

Come, dove e da chi nasce Reiki

Partiamo dall’ultimo punto, ossia da chi nasce Reiki.

Circolano tante storie e informazioni in merito alla riscoperta del Reiki, che non rispondono al vero. In verità, la “rinascita” (perché rinascita? Diffusione?) del Reiki è merito del Maestro Mikao Usui (1865-1926). In quel particolare periodo storico, l’imperatore Meji si stava adoperando affinché il Giappone potesse aprirsi all’Occidente (non capisco chi si trova a suo agio con cosa…). Il Maestro Usui era Buddista, apparteneva alla corrente Jodo-Shu (Setta della terra pura del buddismo giapponese); essendo un uomo dotato di flessibilità, si trovò coinvolto nello svolgimento di disparati lavori e attività, tra cui le arti marziali. Nel 1922, in un momento di particolare difficoltà, decise di ritirarsi in meditazione e digiuno sul monte Kurama. Durante questo periodo di 21 giorni, il Maestro Usui raggiunse l’illuminazione e in queste circostanze scoprì di poter canalizzare Reiki, che definì: “una disciplina per il raggiungimento dell’assoluta pace interiore”, un sistema accessibile a tutti, che può consentire a chiunque un’elevazione spirituale. In seguito, fondò a Aoyama (Tokyo) la Usui Reiki Ryoko Gakkai, scuola tutt’ora esistente, sebbene negli anni si sia chiusa sempre più in sé stessa, al punto che non vi si tengono più corsi e non vi si insegna più Usui Reiki Ryoko.

Il Maestro Chujiro Hayashi

Nel 1926, alla morte del maestro Usui, la sua eredità spirituale passò al suo allievo più elevato -Hayashi – che fondò una sua scuola/clinica nel 1931.

Un’altra figura importante nella storia di Reiki è la Signora Takata. A Hawayo Takata (1900-1980), americana di origini giapponesi nata nelle Hawaii, fu diagnosticata una grave malattia della cistifellea (valutata come incurabile). Decise (dunque) di recarsi in Giappone (per conoscere le sue origini prima di morire), dove venne a conoscenza del Reiki ed ebbe la possibilità di essere trattata dal Maestro Hayashi. Grazie ai trattamenti riuscì a guarire completamente. Prima di fare ritorno alle Hawaii le fu concesso di lavorare un anno con il Maestro Hayashi, praticando Reiki; giunse quasi al completamento del percorso ma non divenne insegnante. Fu così che, alla fine del 1937, invitò il Maestro Hayashi a farle visita alle Hawaii e da lui ricevette gli ultimi insegnamenti del livello Shinpiden, diventando insegnante. Nel resto della sua vita la signora Takata iniziò 22 insegnanti, che in Occidente vengono chiamati Reiki Master.

Chiara Grandi, io e Sensei Hyakuten Inamoto

Ulteriore figura fondamentale nella storia del Reiki è il Reverendo Hyakuten Inamoto, monaco buddista e studente della signora Chiyoko Yamaguchi. Nel 1998, dopo anni di ricerca su Reiki, Inamoto fondò la Komyo Reiki Kai, diffondendo così la sua pratica in tutto il mondo.